Eh chissà? Un giorno magari anche l’acqua sarà gestita come l’energia o le telecomunicazioni. La risorsa è pubblica ma poi decine di operatori privati si faranno concorrenza per vendere, fare il billing, il customer care … a come? Sta per succedere? Dove? In Regno Unito, ah ok. Chissà in Italia …

Eh ho capito, però attenzione. Non pensiamo che siccome è pubblico è gestito male, e che invece il privato funziona, ma non è così. Ci sono delle leggi che impongono al pubblico di fornire una certa qualità del servizio.

Sì ma se non lo fanno? Puoi cambiare e rivolgerti ad un altro?

No ovviamente, stiamo parlando di acquedotti, mica puoi rivolgerti ad altri. Ce n’è uno solo.

Eh ma allora lo vedi che ci vuole la liberalizzazione. Come per l’energia e le telecomunicazioni. Un po’ di competizione farebbe bene agli utenti. Io quando viaggio per lavoro tipo in Olanda o Norvegia e parliamo di acquedotti eccetera poi torno in Italia e mi vengono i brividi a fare i confronti. Siamo peggio che nel terzo mondo, con tutto il rispetto del terzo mondo.

Eh vabbè che ti devo dire. Io non ci vivrei mai in quei posti là. In Italia stiamo meglio.

———— PO PO POPOPO PO PO PO ————

CAMPIONI DEL MONDO!!!

Ma che cazz… starai meglio tu, porc…

Annunci